Così Feidos 11 rilancia Prelios

Advisor – Milano, 1 Febbraio 2013 – Prelios SpA e Feidos 11 SpA, società costituita da Feidos SpA (la holding di partecipazioni di Massimo Caputi) e dalle famiglie Rovati, Diaz della Vittoria Pallavicini e Cornetto Bourlot hanno sottoscritto un accordo quadro che disciplina i termini, le condizioni e le modalità per il perfezionamento dell’operazione straordinaria volta al rafforzamento patrimoniale e finanziario, nonché al rilancio industriale del gruppo Prelios (ex Pirelli Real Estate). L’accordo, che si ispira al Memorandum of Understanding sottoscritto lo scorso novembre, prevede la ricapitalizzazione della società mediante un aumento di capitale di 185 milioni, e la rimodulazione del debito compatibile con il nuovo piano aziendale 250 milioni di finanziamento fino a 269 milioni attraverso la conversione in strumenti partecipativi.

L’aumento di capitale potrà essere proposto per una parte attraverso l’emissione di azioni ordinane (fino a 117 milioni) e per un’altra parte attraverso l’emissione di nuove azioni prive de! diritto di voto (fino a 68 milioni). Gli attuali soci aderenti al patto Prelios parteciperanno all’aumento in misura almeno pari a 25 milioni e Feidos 11 nella misura complessiva di 20 milioni. L’accordo raggiunto prevede inoltre l’assunzione da parte del nuovo investitore della responsabilità nella gestione di Prelios, come in particolare la nomina di Massimo Caputi a vicepresidente di Prelios con deleghe specifiche per la strategia e lo sviluppo.

Intanto il Cda di Prelios SGR, la Società di gestione dei fondi immobiliari del gruppo Prelios, ha eletto un nuovo presidente. Si tratta di Alberto Rossetti che ricoprirà la carica di presidente in sostituzione dello scomparso professor Paolo Ferro-Luzzi, e ha nominato consigliere Giovanni Petrella. In questo modo si rafforza con nuove competenze specifiche il consiglio di amministrazione di Prelios SGR che risulta composto da 7 membri di cui la maggioranza, pari a 5 amministratori, sono indipendenti. Rossetti attualmente è consigliere di banche e gruppi assicurativi interazionali e collabora con la Pontificia Università Gregoriana.