Il Sole 24 Ore – Prelios vara la riorganizzazione in attesa dei nuovi azionisti

Il Sole 24 Ore – Carlo Festa


Prelios vara la riorganizzazione in attesa dei nuovi azionisti

Parte il riassetto organizzativo nel gruppo immobiliare Prelios, dopo il via libera a fine marzo scorso del piano di rilancio focalizzato sulla ricapitalizzazione da 185 milioni di euro.
Il prossimo 8 maggio ci sarà l’assemblea di Prelios che prenderà atto della perdita di 241 milioni di euro (per effetto di consistenti ulteriori svalutazioni) ma che sancirà anche il rilancio del gruppo immobiliare guidato da Sergio Iasi e presieduto da Marco Tronchetti Provera, con il via libera dell’aumento e l’entrata di nuovi soci, tra i quali la Feidos 11 dell’imprenditore Massimo Caputi, che diventerà vice-presidente.
Parallelamente al rafforzamento patrimoniale è stata varata in questi giorni una rivoluzione organizzativa, con un forte snellimento dei costi della holding (che passa da 100 a 50 dipendenti): una riorganizzazione voluta dai nuovi vertici.
L’obiettivo del piano industriale sarà quello di costituire una piattaforma europea di gestione immobiliare: quindi Prelios, come indicato nel piano di rilancio dal top management, passerà da società di investimenti e servizi a piattaforma europea di servizi, strutturata in 7 società operative con circa 900 addetti e 140 milioni di fatturato da servizi.
La holding sarà affidata a manager di elevata seniority: Elena Capra per la finanza e il controllo, Massimo Marinelli per gli affari societari, Ginevra Roscioni per affari legali. Sarà rivista anche l’organizzazione delle società operative: la nuova Prelios Solving raggrupperà i servizi immobiliari in Italia (property, facility, project, valuations ed agency) e sarà affidata ad Andrea Boeri e Gianfranco Ritucci.
Ci sarà quindi Prelios Sgr con Paolo Scordino come nuovo amministratore delegato fresco di nomina ad affiancare il presidente Alberto Rossetti. In terzo luogo è stata rivista la struttura manageriale di Prelios Credit Servicing che vedrà come amministratore delegato Riccardo Serrini, affiancato al direttore generale Stefano Montuschi.
Infine ci saranno le attività in Germania (racchiuse nella Real Estate Services Germany) la cui guida resterà ad Andreas Engelhardt e Martin Moerl: la strategia a Berlino punterà sul mantenimento e potenziamento della piattaforma di servizi e gestione e sulla dismissione progressiva degli investimenti. Dall’investimento nel portafoglio residenziale tedesco Dgag, in particolare, dovrebbe nascere un nuovo fondo da offrire a primari investitori esteri.
L’investment Portfolio Management sarà affidato a Claudio Ricci, mentre le attività di back office saranno concentrate nella società di servizi Sare diretta da Angelo Cattaneo. L’Agency confluirà invece in Prelios Solving.