Prelios aumenta

Italia Oggi – Milano, 11 Giugno 2013 – A completamento del via libera dato dall’assemblea di maggio per tre aumenti di capitale (70 mln per la newco partecipata da Pirelli & c., Intesa Sanpaolo, Unicredit e Feidos 11 di Caputi; 115 mln riservati a tutti gli azionisti, di cui i principali hanno già garantito la copertura), il cda di Prelios ha avviato il terzo aumento fino a un massimo di 269 mln di euro, di obbligazioni a conversione obbligatoria in azioni ordinarie e/o in azioni di categoria B, con esclusione del diritto di opzione, con conseguente aumento del capitale sociale a servizio esclusivo della conversione. L’aumento potrà essere eseguito entro sette anni, salva un’estensione di ulteriori tre anni, dall’emissione del convertendo, a servizio esclusivo della conversione (parziale o totale) delle obbligazioni, mediante emissione di massime 499.990.551 azioni ordinarie di Prelios a valere sulla tranche A del convertendo e di massime 144.678.117 azioni di categoria B a valere esclusivamente sulla tranche B del convertendo. Quest’ultimo sarà costituito da obbligazioni di valore nominale unitario di mille euro, che saranno emesse da Prelios alla data che sarà stabilita dopo l’aumento in opzione. Del numero di obbligazioni convertendo, il 71,1% costituirà la tranche A e il 28,9% costituirà la tranche B, riservate in sottoscrizione rispettivamente ai finanziatori, per la tranche A, e a Pirelli & C., per la tranche B.