Borsa: Milano galleggia, l’immobiliare e Prelios volano

Monitor Immobiliare – Milano, 14 Marzo 2016 – Il FTSE MIB ha chiuso la seduta con un -0,03% a 18.981 punti, sotto performando gli altri indici europei: DAX +1,62%, FTSE 100 +0,57%, Ibex +0,57% e il CAC +0,31%.

In generale, gli investitori hanno effettuato qualche lieve presa di profitto e si mantengono cauti in vista della Federal Reserve di mercoledì 16 marzo. Tra poche ore, il 15 marzo, ci sarà invece la decisione della Banca centrale giapponese (BoJ) mentre il 17 marzo è atteso l’annuncio della Bank of England (BoE).

Il comparto immobiliare ha sovra performato il listino principale chiudendo la giornata sopra i 12 mila punti (+2,40% a 12.010,74). In particolare salgono Prelios (+10,06% a 0,985 euro), MutuiOnline (+5,79% a 7,49 euro), Gabetti (+4,59% a 0,638 euro), Beni Stabili (+2,76% a 0,6505 euro), Dea Capital (+2,02% a 1,31 euro), Aedes (+1,56% a 0,4309 euro), Risanamento (+1,14% a 0,0972 euro) e Igd (+0,85% a 0,835 euro). In negativo solo Italcementi (-0,89% a 10,07 euro).

Il forte denaro sul titolo dei servizi immobiliari, Prelios (ex Pirelli Real Estate), è probabilmente dovuto alla prossima presentazione dei dati e alla notizia della chiusura dell’aumento di capitale ormai un paio di settimane fa e dell’arrivo dei nuovi soci. La nuova cordata di imprenditori-azionisti è formata da nomi noti al mercato come Fulvio Conti (ex amministratore delegato di Enel), la holding Feidos di Massimo Caputi (ex vice presidente di Prelios), Daniel Buaron (fondatore di First Capital, ex consigliere di IDeA Fimit SGR e di Dea Capital), la Negentropy Capital di Ferruccio Ferrara e Françoise Declerck, Alexis De Dietrich, la Fondazione Renato Corti, il fondo York Capital, la Energia di Famiglia di Fulvio Angelo Riassetto e Gianfranco Paparella (ndr).